Parcelle, contratti e diritto civile

Quali accorgimenti sono necessari da adottare al fine di stipulare un buon contratto di incarico professionale?

Risposta a cura di Consulenti e Collaboratori   

RGB_Ordine_positivo

 

Il contratto di incarico professionale va redatto per iscritto sulla base di preventivo da sottoporre al cliente per la sua approvazione. E’ consigliabile prevedere compensi suddivisi per fasi e prestazioni, onde rendere più facile l’individuazione del compenso parziale dovuto in caso di risoluzione anticipata del rapporto. E’ consigliabile anche prevedere precise tempistiche di pagamento degli acconti e del saldo, meglio se coordinate con le fasi prestazionali. E’ altresì da suggerire la pattuizione di una penale in caso di recesso del cliente senza giusta causa (dunque non imputabile all’architetto) o in caso di recesso dell’architetto ma per giusta causa imputabile al cliente. Infine è consigliabile prevedere la competenza esclusiva del foro di residenza dell’architetto per eventuali controversie nascenti dal contratto o comunque inerenti la conclusione, l’esecuzione e la risoluzione del rapporto professionale.

 

 

Per saperne di più rivolgiti allo sportello di riferimento

Aggiornato al 01/12/2019