Misure economiche a sostegno della professione
  1. DIMMI
  2. Emergenza COVID-19
  3. Misure economiche a sostegno della professione

7. Nel D.L. 17 marzo 2020 sono previste facilitazioni per i datori di lavoro che nel 2020 sospendono o riducono l’attività lavorativa per eventi riconducibili all’emergenza epidemiologica da COVID-19?

Risposta a cura di Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Milano in collaborazione con Dott. Attilio Marcozzi 

RGB_Ordine_positivo

L’articolo 22 del D.L. 17 marzo 2020 disciplina la possibilità di ricorso ad ammortizzatori sociali in deroga per quei datori di lavoro del settore privato, per i quali non trovino applicazione le tutele previste dalle vigenti disposizioni in materia di sospensione o riduzione di orario, in costanza di rapporto di lavoro. In pratica, il trattamento viene concesso anche alle aziende con 1 dipendente.

I lavoratori destinatari delle norme di cui al presente articolo devono risultare alle dipendenze dei datori di lavoro alla data del 23 febbraio 2020. Il trattamento può essere riconosciuto per la durata della sospensione del rapporto di lavoro e, comunque, per un periodo non superiore a 9 settimane, a decorrere dal 23 febbraio 2020.

Il 23 marzo 2020 è stato sottoscritto il nuovo accordo quadro di Regione Lombardia, che disciplina l’accesso agli ammortizzatori sociali in deroga anche per gli studi professionali: i datori di lavoro fino a 5 dipendenti non dovranno più richiedere la consultazione sindacale né sottoscrivere alcun accordo per accedere alla cassa in deroga.

La CIGD sarà pagata direttamente dall’INPS su indicazione di Regione Lombardia; questo significa che i dipendenti non riceveranno in busta paga l’ammortizzatore sociale ma dovranno attendere il completamento dell’iter di richiesta e autorizzazione.

A breve saranno approvate, con decreto dirigenziale della Direzione Generale IFL, il modello di accordo standard e le modalità procedurali. Sarà cura di Regione Lombardia comunicare sul sito istituzionale www.regione.lombardia.it e sull’applicativo regionale qui disponibile la data in cui sarà possibile presentare le domande.  La presentazione delle domande avrà valore esclusivamente a partire dalla data di apertura del citato sistema informativo.

In ogni caso, si consiglia di chiedere informazioni dettagliate al proprio Consulente del lavoro.

 

Aggiornato al 27/03/2020