Il cantiere durante l’emergenza Covid-19
  1. DIMMI
  2. Emergenza COVID-19
  3. Il cantiere durante l’emergenza Covid-19

15. La gestione della possibile esposizione durante i viaggi per raggiungere il cantiere (in itinere) deve essere considerata dal datore di lavoro?

OAM con ATS Città Metropolitana di Milano

PREMESSA

Tutte le risposte contenute nella sezione “Emergenza COVID-19 di DIMMI” vogliono offrire ai colleghi un quadro interpretativo di riferimento della normativa vigente per poter svolgere al meglio il proprio mandato con responsabilità professionale ed etica, con l’obiettivo che riteniamo prevalente di attuare quanto più possibile il distanziamento sociale e il massimo contenimento possibile del rischio di contagio nella fase di ripresa delle attività.

 

RISPOSTA

Le attività legate all’impiego dei trasporti sono disciplinate all’interno del DPCM e delle circolari del ministero dei trasporti. A tali indicazioni devono ottemperare tutte le persone. Nell’ambito delle proprie competenze, il Datore di Lavoro che organizza il trasporto dei lavoratori in cantiere dovrà definire le corrette modalità di trasporto del personale coerentemente alle indicazioni sopra citate.

Si ricorda che nel caso in cui fosse presente un servizio di trasporto organizzato dal Datore di Lavoro per raggiungere il cantiere, come a d esempio il trasporto presso il luogo di lavoro attraverso un mezzo aziendale (auto, camion, furgone, ecc.) va garantita e rispettata la sicurezza dei lavoratori lungo ogni spostamento.  Andrà quindi garantito il mantenimento della distanza interpersonale minima anche all’interno dei mezzi, distribuendo ad esempio i lavoratori su un numero maggiore di automezzi.

In caso di mezzo condiviso da più lavoratori occorrerà, assicurare la pulizia e disinfezione ’ dell’abitacolo (volante, maniglie, leva del cambio, finestrini, pulsantiere, cruscotto, ecc.) e l’utilizzo di DPI (guanti e protezioni alle vie respiratorie).

Nel caso in cui il lavoratore utilizzi un mezzo proprio per raggiungere il luogo di lavoro, ogni Datore di Lavoro delle imprese presenti in cantiere dovrà garantire, ciascuno per la propria parte, la sensibilizzazione dei propri lavoratori circa le indicazioni operative per l’utilizzo condiviso di mezzi di trasporto anche nel caso di utilizzo comune di mezzi propri per il raggiungimento del luogo di lavoro.  La stessa indicazione vale nel caso di impiego di mezzi pubblici. Ovvero sensibilizzare i lavoratori all’adozione dei necessari protocolli di sicurezza riferiti al rischio Covid19.

 

Risposta a cura di Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Milano e di ATS Città Metropolitana di Milano e con la collaborazione dell’arch. Luigi Carretta e dell’Ing. Marco Cagelli  


Aggiornata al 29/04/2020