Misure economiche a sostegno della professione
  1. DIMMI
  2. Emergenza COVID-19
  3. Misure economiche a sostegno della professione

8. Ai professionisti spetta il credito d’imposta sui canoni di locazione di immobili non abitativi previsti dal "Decreto Rilancio"?

Risposta a cura di Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Milano in collaborazione con Dott. Attilio Marcozzi 

RGB_Ordine_positivo

Ai sensi dell’art.28 del D.L. 34/2020 ai professionisti con compensi non superiori a 5 milioni di euro che nel 2020 abbiano subito un calo di almeno il 50% del fatturato nei mesi di marzo, aprile e maggio rispetto allo stesso mese del periodo di imposta 2019, spetta un credito di imposta del 60% dell’ammontare mensile del canone di locazione, leasing di immobili ad uso non abitativo destinati allo svolgimento dell’attività di lavoro autonomo.

Il credito di imposta riguarda gli immobili “ad uso non abitativo”, quindi per gli immobili classificati catastalmente in categoria A, solo gli uffici di categoria A/10.

I canoni di locazione devono essere pagati, anche in ritardo, purchè il pagamento avvenga entro il 31 dicembre 2020.

Il credito di imposta è utilizzabile dopo il pagamento dei canoni anche in compensazione nel modello F24. È possibile optare, in luogo dell’utilizzo diretto, per la cessione del credito al locatore, o ad altri soggetti, compresi gli istituti di credito.

 

Aggiornato al 15/06/2020